Le Credenze.

Atteggiamenti , Credenze , Vocabolario : gli ingredienti per essere felici (parte 2 di 3)

Inizio questo articolo del blog facendo presente che naturalmente questi miei scritti non hanno l’intento , perchè impossibile in poche righe , di essere esaustivi di argomentazioni che comprenderebbero veramente molto materiale da leggere, studiare , ma sono appunto, stimoli , spunti che ognuno potrà approfondire come meglio ritiene o anche no , per avvicinarsi a comprendere e verificare che esistono veramente e concretamente modi per migliorare la propria vita. La partenza è la conoscenza di se’ e di come funzioniamo di base, un cammino lungo ma interessante che vale la pena percorrere, ognuno farà questo cammino come potrà ma soprattutto se vorrà. . Comprendere certe cose farà migliorare le nostre relazioni e ci aiutera’ a capire gli altri e i perchè di tante cose. Le credenze sono veramente importantissime del ns vivere, del ns agire e del ns scegliere.

Intanto definiamo che cosa sia una credenza -…. La credenza è un’idea che ha avuto una certa serie di conferme dall’esterno per cui si è trasformata in una convinzione , la credenza può essere anche qualcosa che ci hanno riferito ,naturalmente qualcuno di cui abbiamo grande fiducia e stima , i nostri genitori , per esempio , un prete , un’insegnante , una credenza può essere anche sotto forma di superstizione , la credenza è quella cosa che nel nostro retrocranio ci fa dare un giudizio , che è , quindi pregiudizio , che ci fa capire una cosa ascoltata in un senso e non in un altro, e ci fa rifiutare quasi a priori ciò che non collima e non è coerente con questa base che abbiamo costruito fin dall’infanzia , le credenze riguardano anche noi stessi , ci vediamo , spesso, come ci hanno insegnato a guardarci i nostri genitori , ecco perchè un genitore particolarmente severo nei giudizi può essere dannoso : “sei uno stupido!” “non combinerai mai niente nella vita ” oppure genitori che hanno esaltato le qualità del figlio fino a renderlo pallone gonfiato , ed è normale che le nostre credenze siano ciò che ci fanno appunto agire , scegliere ,decidere , frequentare , dare significato a ciò che ci capita e che percepiamo nella vita di tutti i giorni. Quindi , credenze negative sulla nostre capacità, ci limiteranno , credenze positive ci daranno una spinta nel fare , nel realizzarci, nell’intraprendere , le credenze modificano anche la nostra risposta immunitaria , se credi nelle capacità di un chirurgo che ti opera la tua guarigione sarà piu’ veloce , le ferite si riemargineranno prima. (queste cose logicamente in parte , ma una parte importante , comunque) … Gli stessi miracoli possono rientrare, in alcuni casi, come motivazione nelle fede stessa della persona che ha pregato perchè il tale miracolo avvenisse: Vangelo di Luca 8, 43 ” E’ una donna che da dodici anni soffriva di continue perdite di sangue , e che nessuno era riuscito a guarire , gli si avvicinò , gli toccò la frangia ed il suo mantello e subito il flusso di sangue si arrestò” Gesù disse : “chi mi ha toccato?” tutti lo negavano Perciò Pietro disse “Maestro, la folla ti stringe da ogni parte e ti schiaccia ” Ma Gesù disse “Qualcuno mi ha toccato . Ho sentito che una potenza è uscita da me” La donna , allora rendendosi conto che non poteva rimanere nascosta, si fece avanti tremante , si gettò ai suoi piedi e dichiarò davanti a tutto il popolo per quale motivo l’aveva toccato e come era stata guarita. Egli le disse : ” Figlia la tua Fede ti ha salvata , va in pace!” (49) , Le credenze negative ci faranno bloccare , non fare , fare male … La notizia buona è che sulle credenze si può lavorare , le credenze si possono modificare , le credenze giuste ci possono far vivere meglio .

Quando conversi con qualcuno che vedi ostile e sembra non volerti neanche ascoltare probabilmente ha credenze diverse dalle tue , tutti siamo “affezionati” alle nostre , e ci disturba se qualcuno le minaccia , anche se quello che ci dice potrebbe esserci di aiuto , di base lo rifiutiamo perchè non aderenti alle nostre credenze , se prendiamo consapevolezza di questa situazione , chissà che non si riesca ad aprirci a nuovi orizzonti , a fare il famoso cambio di occhiali , x vedere da un’altra prospettiva , magari migliore .

font Anthony Robbins

sotto il link della Mente è Meravigliosa

https://lamenteemeravigliosa.it/credenze-comuni-ci-bloccano/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *